Comunicati stampa e news

Bioindustry Park e Città della Salute cerniera ideale con i grandi poli europei e italiani
Un quarto delle startup italiane del settore è incubato nei centri di ricerca regionali

Giorgio Baldini, Gianluca Giordano, Massimo Lomen e Filippo Sertorio nominati vicepresidenti, resteranno in carica per il biennio 2022-2024

Un gruppo di lavoro ha fissato le priorità per lo svilluppo del comparto Mice. Va creata un’agenzia regionale pubblico-privata, servono promozione tra i giovani, strutture e attenzione al digitale

Vietti: “Si attiva un’efficace sinergia pubblico-privato per lo sviluppo economico”

Gay: “Il protocollo rappresenta un’opportunità concreta per le imprese piemontesi”

Il presidente di Finpiemonte, Michele Vietti, e il presidente di Confindustria Piemonte, Marco Gay, sono lieti di invitarla alla firma del rinnovo della convenzione tra i due enti che si svolgerà il

23 maggio alle ore 15

presso la sede di Finpiemonte in Galleria San Federico 54, Torino

 

POSSIBILI DUEMILA ASSUNZIONI DEI SANITARI DELLA PANDEMIA NON STABILIZZABILI NEL PUBBLICO

 

Si è svolto presso l’assessorato alla Sanità un incontro fra le rappresentanze del settore socio-sanitario e l’assessore piemontese, Luigi Icardi, con l’intento di affrontare i punti di maggiore criticità relativi al settore dell’assistenza agli anziani. 

Le imprese associate a Confindustria Piemonte potranno beneficiare del plafond da 3 miliardi stanziato dalla banca e utilizzabile tramite finanziamenti fino a 13 mesi a tassi agevolati

Lunedì, 04 Aprile 2022 16:48

LE PRIORITÀ DI SVILUPPO PER LE IMPRESE 

Confindustria Piemonte e Intesa Sanpaolo a sostegno della crescita

I Presidenti Francesco Buzzella (Confindustria Lombardia), Enrico Carraro (Confindustria Veneto), Pietro Ferrari (Confindustria Emilia-Romagna) e Marco Gay (Confindustria Piemonte) a seguito delle misure approvate dal Consiglio dei Ministri per arginare il caro energia, esprimono profonda insoddisfazione e preoccupazione. 

Come per il Pil piemontese, anche per le infrastrutture l’anno scorso ha rappresentato un anno di ripartenza. Otto grandi opere però risultato ancora in grave ritardo e altre nove hanno subito un ulteriore slittamento. È quanto emerge dal Rapporto 2021 dell’Osservatorio territoriale infrastrutture Piemonte. Realizzato da Confindustria Piemonte e Unioncamere Piemonte, in collaborazione con la Regione Piemonte, il rapporto Oti Piemonte monitora 50 opere infrastrutturali e due corridoi europei dal 2001.
Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti. Continuando ad usare questo sito, acconsenti all'utilizzo di questa tecnologia.