Confindustria Piemonte incontra i Parlamentari Piemontesi - 14 maggio 2018

 

Si è svolto questo pomeriggio a Torino l’incontro convocato da Confindustria Piemonte con i Parlamentari Piemontesi per illustrare il documento “La visione e la proposta”, redatto dal sistema Confindustria per trasmettere alle formazioni politiche che parteciperanno alla XVIII legislatura una prospettiva strategica per un progetto duraturo di sviluppo, crescita e occupazione. L’incontro è stato anche un’occasione per analizzare la situazione peculiare del Piemonte e discutere delle principali norme d’interesse territoriale che andrebbero portate all’attenzione delle nuove Camere.

La riunione, alla quale hanno preso parte 31 parlamentari, è stata introdotta dal presidente di Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli che ha spiegato i capisaldi del progetto promosso da Confindustria come risultato di una campagna di ascolto che ha coinvolto migliaia di imprenditori, portatori di istanze e suggerimenti. Sono poi intervenuti, illustrando il merito delle proposte, Gabriella Marchioni Bocca, presidente Comitato regionale Piccola Industria di Confindustria Piemonte; Ermanno Rondi, delegato di Confindustria Piemonte su Formazione ed Educazione; Fabrizio Gea, presidente Confindustria Canavese; Umberto Locatelli, presidente Unione industriale Vco; Paola Malabaila, presidente Unione industriale di Asti; Giorgio Cottura, presidente Confindustria Vercelli Valsesia; Giorgia Garola, presidente Giovani Imprenditori Confindustria Piemonte; Dario Gallina, presidente Unione industriale di Torino.

Più lavoro per i giovani in un Paese maggiormente inclusivo, un’Italia che stabilizza e accelera la propria crescita e che rassicura i suoi interlocutori internazionali, grazie a un graduale rientro del debito pubblico, sono le tre missioni – Paese fissate nel documento, per raggiungere le quali è fondamentale la cooperazione sinergica di tre attori: le imprese, l’Europa e la politica nazionale.

Il piano predisposto da Confindustria indica non solo cosa va fatto ma anche come, con quali risorse e gli effetti sull’occupazione, il debito pubblico, la crescita e l’export. Secondo i calcoli dell’associazione, la sua applicazione a legislazione vigente permetterebbe di ottenere nell’arco di una legislatura 1,8 milioni di occupati in più, una riduzione di più di 20 punti del rapporto Debito/PIL, una crescita cumulata del PIL reale prossima ai 12 punti percentuali e una crescita dell’export significativamente superiore alla domanda mondiale.

Comunicato stampa

Dati economici Piemonte-Italia

Presentazione documento di Confindustria: “La visione e la proposta”

Sintesi documento di Confindustria: “La visione e la proposta”

Presentazione “Il Piano Nazionale Industria 4.0: gli interventi del Governo e le azioni di Confindustria”

 

tavola completaPresidente Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli

Commissione Europea

 
 
FacebookTwitterLinkedinRSS Feed

  Confindustria per i giovani: percorso formativo promosso dal Sistema Confindustria