Confindustria scende in campo a favore della montagna

 

Confindustria scende in campo a favore della montagna italiana, dalle Alpi agli Appennini, e lo fa creando una rete interna al sistema associativo composta dalle territoriali e dalle federazioni regionali interessate a promuovere lo sviluppo delle terre alte, attraverso progetti, provvedimenti e politiche pubbliche coerenti e finalizzate a sostenere la crescita economica e sociale di queste aree connotate da una riconosciuta e oggettiva specificità.

L’iniziativa “Confindustria per la Montagna” è stata presentata oggi (venerdì 23 marzo) all’Hotel Cristallo di Cortina d’Ampezzo, alla presenza del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, del suo vice Stefan Pan e dei rappresentanti di molte associazioni provinciali e regionali coinvolte: da Aosta a Udine, passando per Torino, Cuneo, Varese, Como, Bergamo, Lecco Sondrio, Verbanio Cusio Ossola, Trento, Bolzano, Vicenza, Piacenza e, ovviamente, Belluno. A queste si aggiungono le federazioni regionali del Veneto e della Lombardia. Altre associazione, anche se non presenti, hanno già dato adesione formale al progetto “Confindustria per la Montagna”, come Canevese, Pordenone, Verona, Biella, il Piemonte, l’Emilia Romagna e la Toscana.

Commenta il Presidente di Confindustria Piemonte Fabio Ravanelli «L’esigenza di dare concreta attuazione alla realizzazione di progetti e provvedimenti a favore delle nostre montagne evidenzia una strategia di lungimiranza e un ritorno di attenzione allo sviluppo di queste aree, che purtroppo non sono sempre oggetto di interessamento da parte dei decisori pubblici.
L’idea di costituire un network interno al nostro sistema associativo, che si prodighi nel diffondere la cultura economica laddove le risorse naturali sono presenti ma è più difficile fare impresa, rappresenta una sfida per il sistema confindustriale.
Le azioni che andremo a promuovere, in diversi ambiti di intervento, saranno, pertanto, concrete e, possibilmente, innovative e sostenibili.
Il compito di Confindustria Piemonte sarà quello di interloquire con le istituzioni regionali e con l’intero sistema associativo, al fine di attuare politiche economiche condivise, sviluppando l’attività e il ruolo delle imprese in ambito montano.
Sperimenteremo, quindi, nuovi modelli di sviluppo che, al contempo, valorizzeranno la diversità di queste aree, che necessitano di un rinnovamento per mettere in luce le proprie risorse.
“Confindustria per la montagna” darà risalto all’eccellenza di questi territori, pieni di talenti che aspettano solo di essere valorizzati».

Allegati:

Commissione Europea

 
 
FacebookTwitterLinkedinRSS Feed

  Confindustria per i giovani: percorso formativo promosso dal Sistema Confindustria